Voices of Women: un progetto contro ogni discriminazione

Raquel Lourenço

Incontro Raquel Lourenço in una soleggiata domenica d’inverno. Raquel è a Venezia per presentare il suo progetto all’Università, mi ha contattata attraverso un comune amico e così ci siamo date appuntamento alle Zattere. Tutte e due siamo curiose della storia dell’altra, e felici di conoscerci. Quella di Raquel è una bella storia di formazione personale che, attraverso la scoperta del mondo, porta alla trasformazione di sé, all’impegno nel sociale e alla compassione per tutte le creature.

Raquel è portoghese, ma a vent’anni si è trasferita a Madrid, che considera la sua casa. Ha lavorato per molti anni nel marketing per un’azienda finanziaria. “Avevo la vita che tutti volevano – una bella casa, un lavoro che mi dava tranquillità economica, un fidanzato con la prospettiva del matrimonio. Ma qualcosa dentro di me si è ribellato, ho mollato tutto e sono partita”, mi racconta. E così, a 27 anni, inizia una nuova vita. Parte per l’Asia. Doveva stare via due mesi, ma diventano sette. Viaggia in Thailandia, Cambogia, Vietnam, Myamar, Sri Lanka, India del Sud.

Voices of Women

Questo viaggio l’ha cambiata profondamente: ha “scoperto” le sofferenze delle donne, e le sofferenze degli animali. “In India per la prima volta ho visto le mucche libere per le strade, come i cani e i gatti. Qui in Europa non vediamo le mucche, non colleghiamo la carne che mangiamo all’uccisione degli animali. In India ho fatto volontariato in un centro buddhista, dove si mangiava vegetariano; poi sono stata due settimane in un ritiro yoga, e anche lì mangiavamo vegetariano. Sono stata bene, sia fisicamente che emotivamente, e ho deciso di diventare vegetariana.

Voices of Women

Tornata in Europa, Raquel ha riunito le storie di donne e le foto che aveva raccolto nel suo lungo viaggio, ed ha fondato Voices of Women (qui la pagina Facebook). Si tratta di una piattaforma che ha come obiettivo primario l’approfondimento e la discussione di temi quali il femminismo, la discriminazione e l’identità di genere attraverso un lavoro fotografico, riflessioni e testimonianze personali di donne di tutto il mondo. Voglio mostrare la vita attraverso i loro occhi, le loro difficoltà personali e in questo modo sensibilizzare sulle questioni di disuguaglianza di genere e su ciò che serve per essere una donna. Cosa significa essere una donna? Che tipo di sfide affrontano le donne? Quali aspirazioni hanno? E ancora più importante, quali aspirazioni non può avere la donna? Qual è quella linea sottile che separa gli uomini dalle donne?”.

Voices of Women

Le racconto di come, fin dall’inizio, il movimento femminista si è interessato anche agli animali, e di come molte femministe lottassero e lottino anche per gli animali. Da Lind af Ageby in poi, femminismo e animalismo hanno evidenziato la distruttività del pensiero antropocentrico e androcentrico che pervade la scienza e l’organizzazione sociale.

Buon lavoro Raquel!

Author: VegFashion

Share This Post On

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: