Una vegana a Lanzarote

 

Caletta a Playa Mujeres – by [email protected]

Da tempo sognavo di andare a Lanzarote. Mi avevano affascinato alcune pagine di Banana Yoshimoto in “Another world” e di Margaret Drabble in “La piena”, oltre naturalmente ai “Quaderni di Lanzarote” di José Saramago.

Sono libri diversissimi tra loro, molto belli e intensi, e in tutti il paesaggio e l’atmosfera di Lanzarote lasciano un sapore di incanto.

Così, quando quasi per caso ho scovato un volo diretto da Venezia nelle vacanze natalizie, sono partita.

Riserva naturale Punta Papagayo – by [email protected]

Lanzarote è davvero bellissima: terra riarsa, vegetazione sommessa, in ogni punto dell’orizzonte vulcani e mare. Grazie all’impegno visionario del grande César Manrique e di illuminati amministratori locali, l’impatto degli edifici e delle opere di urbanizzazione è minimo: le abitazioni e i complessi turistici sono di regola bassi, incastonati nel paesaggio e rispettosi dell’architettura tradizionale, le strade sono prive di cartelloni pubblicitari, e in tutta l’isola vi è un solo grattacielo (per la verità, modesto, anche se ben visibile), ad Arrecife.

Tra bagni nelle tante meravigliose calette di Punta del Papagayo, visite alla Fondazione Manrique a Tahiche e a Haria, alla Fondazione Saramago a Tiàs, escursioni sui vulcani e passeggiate nelle belle cittadine di Teguise e Yaiza o in sentieri nascosti, una settimana è volata.

Fruteria Playa Honda – by VegFashion @

Tutto magnifico e incantato. Come però purtroppo spesso capita nei posti che più ci prendono l’anima, è difficile anche a Lanzarote trovare locali che offrano piatti vegani. Nei maggiori supermercati si possono acquistare tofu, seitan, latti vegetali, anche bio. Per frutta e verdura, suggerisco invece di evitare i supermercati – dove è davvero insipida – e puntare sui fruttivendoli di quartiere, come quello che c’è lungo la strada principale di Playa Honda: avocado, papaya, fichi d’India e arance, gustosissimi e profumati.

Cercando nel web, chiedendo sul posto e provando personalmente, ho scoperto quattro ristorantini vegani. Per tutti, suggerisco di telefonare prima di andare, perché gli orari di apertura sono piuttosto variabili e imprevedibili.

Vfactor – Alex – by [email protected]

Ad Arrecife, la capitale, c’è Vfactor in Calle Porrà: offre una vasta scelta di panini, sandwich e insalate oltre ad un piatto del giorno, con legumi, verdure crude e cotte, patè, cotolette e hamburger, tutto vegano e saporito. Sono stata a cena, il locale è piccolo ed accogliente, con bella musica, libri sull’animalismo e tavolini coloratissimi. Ho chiacchierato con Alex, amico del titolare (assente per ferie) che lo gestiva in quei giorni, e mi ha raccontato che hanno aperto nel 2012, e per lungo tempo è stata dura. Ora le cose vanno meglio, lavorano molto, sopratutto però con i turisti.

Vfactor – by [email protected]

Ho poi cenato davvero bene a La Ola Verde a Playa Honda: è un locale piccolo ma con tavolini anche all’aperto, gestito da Johanna e Sebastian, due ragazzi tedeschi che hanno abbandonato le nebbie di Hannover e, lo scorso luglio, hanno inaugurato questo ristorantino. Ho mangiato una squisita ratatuille con polenta, un piatto unico con legumi, cous cous, frutta e paté di erbe, e per finire una squisita torta al cioccolato. Tutto non solo buonissimo e vegano, ma anche bello per gli occhi.

La Ola Verde

La Ola Verde - Johanna e Sebastian

La Ola Verde – Johanna e Sebastian – by [email protected]

 

Vi è poi il Veganito del Charco, ad Arrecife. Non sono riuscita ad andarci, ma ve lo segnalo perché ha ottime recensioni.

Infine, il Blooming Cactus a Puerto del Carmen. E’ un locale vegetariano e vegano. Non ci sono stata e ho letto recensioni discordanti. Ma credo sia comunque meglio provare qui, che non tentare di ottenere nei ristoranti tradizionali qualcosa di diverso dalle immancabili papas arrugadas (patate cotte nel sale)!

E ora….. buon viaggio! E godetevi quest’isola incantata.

El Golfo – by [email protected]

 

Author: VegFashion

Share This Post On

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: