Con Greta per salvare il mondo: mangiamo veg!

Greta Thunberg

Oggi 15 marzo in tutto il mondo, comprese tante città italiane, ragazzi e adulti manifesteranno al “Global Strike For Future” per ricordare a gran voce la necessità di interventi immediati per salvare l’ambiente, il mondo, le nostre vite. Tutto ciò grazie alla forza testarda e visionaria di una ragazzina svedese di 16 anni, Greta Thumberg, che dopo aver visto un documentario sui danni agli animali e all’ambiente ha iniziato la protesta sedendosi per terra, scioperandodal suo impegno scolastico, ogni venerdì. E la prima azione che ha intrapreso per salvare il mondo dall’autodistruzione, è stato adottare una alimentazione veganana, e farla adottare dalla propria famiglia.

Greta nelle sue interviste o nei discorsi pubblici, non parla molto della alimentazione vegana. Ma è come se fosse un fatto scontato per lei. Durante il TED in Svezia ha chiaramente fatto riferimento al tema delle scelte alimentari:

“Nessuno di noi agisce davvero come se fossimo nel pieno di una crisi. Persino la maggior parte dei climatologi e dei politici impegnati sul fronte ambientale, svolazzano in aereo e continuano a mangiare carne e latticini”

Settori più inquinanti – (DataRoom Corriere della Sera)

“La maggior parte delle persone continua a fare quello che fa perché non ha la minima idea delle vere conseguenze delle azioni che compiamo nella nostra vita quotidiana e non capiscono quanto debba essere rapido il cambiamento”

“Agire”, dice giustamente Greta. C’è un’azione semplicissima che tutti possono iniziare a compiere immediatamente e senza particolari procedure o fatiche: cambiare l’alimentazione! Il sistema di produzione di carne e latticini sia il secondo fattore di maggior inquinamento sul nostro pianeta sia in modo diretto a causa delle emissioni degli animali, sia in modo indiretto per i disboscamenti per far posto a terre agricole coltivate a soia e mais per nutrirli.

Nessun ambientalista può essere onnivoro, non più.

Greta Thunberg

Greta Thunberg

Partecipare allo sciopero è facile: basta unirsi al gruppo locale tramite la pagina Instagram della propria città. Sul sito italiano dei FridayforFuture ci sono tutte quelle che partecipano all’iniziativa (a Milano e Roma, ad esempio le manifestazioni inizieranno alle 11 rispettivamente a Piazza della Scala e Piazza Madonna di Loreto). I gruppi Facebook si stanno coordinando qui, pagina dedicata a strike organizers, associazioni e ong che vogliono collaborare insieme in vista dello sciopero del 15.

 

Author: VegFashion

Share This Post On

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: